Skip to main content

Il tuo carrello:

Close Cart

Volete definire la zona pranzo e stupire i vostri ospiti? Vi piacerebbe valorizzare il vostro tinello ma non avete idee creative? Leggete i nostri consigli e scoprite come è facile arredare la sala da pranzo con la carta da parati 

Sempre più spesso, la tappezzeria acquista fascino e valore all’interno degli ambienti di casa. Nella zona pranzo ancora di più, proprio grazie al tocco di creatività e colore che riesce a dare alle pareti. 

Ecco tutto quello che c’è da sapere su come arredare la sala da pranzo con la carta da parati. 

CARTA DA PARATI PER SALA DA PRANZO: le informazioni principali 

Per dare una sferzata di novità alla sala da pranzo, non basta semplicemente cambiare colore alle pareti, ma occorre inserire una nota creativa che renda più dinamico l’ambiente. 

La carta da parati per sala da pranzo fa proprio questo. Veste i muri della zona pranzo con spirito e colore, senza rendere lo spazio troppo carico di fantasia.

Che sia una casa privata ma anche un ristorante, si sa, la tappezzeria dà quel tocco in più al design complessivo degli ambienti. Arreda come un vero complemento d’arredo senza essere troppo esagerato. 

Parola d’ordine è sempre rispettare lo stile della casa. Infatti, solo scegliendo una carta da parati che si inserisce e si abbina alla perfezione con gli arredi, è possibile ricreare una ambiente caldo e ospitale. 

Poiché la zona pranzo è un luogo in cui occorre calma e quinte, è bene scegliere carte da parati non troppo confusionali o con colori non troppo eccessivi. Questo perché, nel momento in cui si pranza, il corpo ha bisogno di quiete e di rilassarsi, proprio per concedersi una pausa pranzo e cena tranquilla lontana dal trambusto giornaliero.

Dato che, solitamente, la sala da pranzo è posta vicino alla cucina, è opportuno scegliere carta da parati con determinate caratteristiche. Infatti, deve essere: 

  • in vinile con supporto in carta o tessuto (in genere tnt) sul quale viene applicato un rivestimento in materiale plastico stampabile; 
  • in tessuto non tessuto, più facile da applicare, ad alta resistenza e – soprattutto – impermeabile. E’ formata da una miscela di fibre di cellulosa e di tessuto e può essere utilizzato sia in un unico strato, sia come supporto; 
  • in vetro, creata con materiali di derivazione dal vetro con alta resa estetica e pratica. Infatti risulta avere maggiore resistenza meccanica dando solidità alle pareti ed evitando possibili distacchi di intonaco; 
  • ignifuga; 
  • idropellente e resistente all’umidità; 
  • di facile pulitura; 
  • lavabili; 
  • robuste e fotoresistenti;

La carta da parati per la sala da pranzo può avere diverse tipologie di superficie. Infatti, possono riprodurre degli effetti decorativi unici attraverso una forma: 

  • lisce, per pareti perfette che non hanno asperità e proprio per questo il loro utilizzo è più vincolante; 
  • goffrate, ottenute tramite tecniche di stampa ed è ideale per nascondere eventuali imperfezioni sui muri; 
  • con aspetto tridimensionale; 
  • floccate con motivi e fantasie tridimensionali, ottenute grazie la lavorazione di fibre di raion incollate direttamente al materiale di supporto. Al tatto risultano leggermente vellutate. 

In sala da pranzo, la carta da parati aumenta il senso di accoglienza e, soprattutto, scalda l’ambiente. Infatti, è possibile applicarla: 

  • sulla parete vicino al tavolo, abbinandola al colore delle altre pareti della stanza; 
  • sui muri più grandi o piccoli per valorizzarli; 
  • su tutta la metratura. 

Sta a voi scegliere la tipologia di applicazione anche tendono in considerazione la grandezza della zona da adibire al pranzo. 

CARTE DA PARATI PER SALA DA PRANZO: gli stili e i pattern 

Grazie alla loro versatilità, favorita anche dalle varie tipologie di formulazioni, la carta da parati per la sala da pranzo aggiunge funzionalità all’estetica e dà una protezione delle pareti. 

Proprio per tali caratteristiche, è possibile trovare in commercio tante varietà di carta che soddisfano pienamente i vostri gusti personali in fatto di stile. 

Così come i tendaggi, i complementi d’arredo e la palette di colori utilizzati, anche la carta da parati definisce appieno lo stile dell’ambiente in cui si trova. E proprio per tale motivo, deve essere scelta con molta attenzione. 

Inoltre, la scelta delle varie illustrazioni va fatta in base alla grandezza dell’ambiente in cui la carta sarà inserita. Infatti se lo spazio: 

  • è ampio, valorizzatelo con grandi illustrazioni e disegni, scegliendo, se è di vostro gusto, anche colori scuri e forti; 
  • è piccolo, invece, optate per piccoli disegni su sfondo chiaro. 

In questo modo la carta da parati vestirà con eleganza il soggiorno. 

Per quanto riguarda i pattern, sono sempre più innovativi sia in fatto di grafica sia in merito alle dimensioni. Le aziende produttrici, infatti, producono tante varietà.

Tra le più utilizzate ci sono: 

  • i fiori con carattere per lo più romantico. Si inseriscono sia in ambienti più delicati ma anche in contesti più rigorosi. Soprattutto quando il disegno è grande e di grande impatto; 
  • foreste e animali tropicali per chi ha uno spirito jungle e vuole trasformare le pareti di casa in qualcosa di vivo. I colori della giungla, infatti, conferisco all’ambiente subito quella sensazione di vivacità e movimento. Le foglie sembrano quasi muoversi come a sentire il fruscio delle piante mosse dal vento; 

.

  • i disegni geometrici, ideali per ambienti moderni e di classe;
  • righe e pois per giocare con il colore, che renderanno la zona pranzo più dinamica. Infatti, ideali per chi ha uno spirito giovane e creativo, sono proposte anche in versioni più moderne con effetto scenico unico come, ad esempio, lo zig zag che ricorda lo stile nordico;
  • gli effetti muro e pietra che ricordano le vecchie sale da pranzo; 
  • foglie e alberi per uno stile più etereo e romantico. L’ideale è optare per illustrazioni dai colori pastello su sfondo bianco; 
  • immagini di paesaggi lontani per dare quella sensazione di tridimensionalità e ampiezza della stanza. Una sorta di finestra su scenari magnifici per sognare ad occhi aperti; 
  • effetto damascato, per le sale da pranzo più eleganti dal perfetto stile classico barocco; 
  • disegni che ripropongono gli oggetti in uso nella cucina, sulla tavola e perché no, anche del cibo, come ortaggi. Questa tipologia è perfetta per ristoranti; 
  • con motivi intricati per un tocco retrò moderno ideale per creare una parete tranquilla ma di design; 
  • disegni dallo stile vintage per cucine che amano gli anni 50 e 60 e vogliono ricreare la bellezza di quel periodo ancora oggi; 
  • con motivi e ombre disegnate tono su tono, per creare un’illusione di profondità e struttura 
  • disegni con tonalità black & white per chi ha un sapore minimal e vuole abbinarla ad arredi essenziali caratterizzati da linee nette;
  • con effetto boiserie dall’aspetto anticato per sale da pranzo dal gusto retrò e classico, tipico delle case di campagna di qualche tempo fa.

Le carte da parati con pattern particolari, vengono suddivise in rolli numerati. In questo modo, infatti, la posa della tappezzeria risulta più semplice senza incorrere in possibili errori di successione, per far combaciare alla perfezione i vari disegni.