Skip to main content

Il tuo carrello:

Close Cart

Siete fanatici delle righe? Volete arredare la casa con la carta da parati a strisce? Ecco i consigli su come sceglierla. 

La carta da parati a righe è, da molti anni, un classico dell’arredamento, sia per le pareti sia per gli arredi. Infatti, grazie alla sua versatilità, può essere inserita in ambienti più tradizionali ma anche in spazi dove vi è uno stile più contemporaneo. 

Leggi l’articolo e scopri le idee per scegliere la carta da parati a righe 

ufficio con carta da parati a righe verticali in colore bianco nero

CARTA DA PARATI A RIGHE: cosa sapere 

La carta da parati, qualsiasi tipologia sia, è un must have che non può mancare all’interno delle case più raffinate. 

La tappezzeria a righe ancora di più. Questo perché, le righe conferiscono fantasia all’ambiente che le ospita grazie alla loro forte personalità. Grazie al suo fascino di derivazione inglese, la carta da parati a righe può essere declinata in diverse maniere – da più tradizionale a contemporanea. 

ufficio con carta da parati a righe bianche e rosse

Con righe orizzontali o verticali, sottili o grandi, multicolor o bianco/nero, la carta da parati a righe non sono mai una scelta sbagliata. Sono facili da abbinare, riuscendo a risaltare anche mobili ed elementi interi degli ambienti proprio con la loro forza visiva. 

carta da parati a righe bianche e nere per salotto

Infatti, in base alla dimensione delle strisce, è possibile definire i vari ambienti grazie all’effetto ottico che ne modifica l’aspetto visivo. Quindi, scegliete: 

  • per soffitti bassi, tappezzerie a righe verticali a tutta altezza, caratterizzate da strisce larghe o colorate; 
  • per ambienti stretti e angusti, carta da parati a righe orizzontali, per creare l’impressione di un ambiente più largo; 
righe diagonali con colori tenui per ambienti living

Quindi, la carta da parati a strisce può avere: 

  • righe verticali, utili per far sembrare lo spazio più alto e slanciato. Infatti, tendono ad “allungare” una parete. Perfette per muri che risultano troppo “corti” o “bassi” 
  • righe orizzontali, per creare un ambiente più ampio. Infatti, le strisce orizzontali tendono ad “allargare” mitigando l’effetto di luogo stretto; 
  • righe oblique o diagonali, che generano delle fughe prospettiche che consentono di comprimere o dilatare lo spazio, avvicinando o allontanando le pareti; 
  • righe irregolari, con onde o con zig zag, danno un effetto meno regolare ma mosso e più audace, perfette per chi ha uno spirito più creativo e vuole far apparire la parete in movimento; 
  • righe strette; 
  • righe larghe; 
  • righe di diverse dimensioni. 

Per quanto riguarda i colori, la carta da parati a righe può avere: 

  • due tonalità, in contrasto o no; 
  • più tonalità della stessa palette oppure in netto contrasto per dare maggiore carattere all’ambiente. 

CARTA DA PARATI A RIGHE: i vari stili 

Se volete dare un tocco di vitalità e di colore alla vostra casa, la carta da parati a righe è quello che fa per voi. 

Non solo è funzionale, date le sue caratteristiche, ma anche esteticamente molto bella. Infatti, è facile abbinare la carta da parati a righe allo stile utilizzato per arredare la casa proprio per la sua particolarità. 

Ecco qualche idea su come scegliere la tappezzeria a righe rispettando il proprio design: 

  • per uno stile classico e ambienti eleganti e sofisticati, è preferibile scegliere righe verticali con tonalità calde del giallo, il senape e il crema. In alternativa, righe sottili di rosso, blu e verde intervallati con una nuance neutra; 
  • per lo stile contemporaneo, la carta a righe è un mondo a parte. In questo caso, infatti, via libera alla fantasia con righe orizzontali e verticali dai colori più forti come il rosso, il viola, l’arancio e tanti altri. Una bella idea è la scelta di abbinamenti multicolor. Occhio, però, a scegliere non più di 3 o 4 colori facendo attenzione ad abbinarli con i colori degli arredi presenti nella stanza. Potete, inoltre, optare per carte da parati metallizzate e opache; 
  • per chi ama lo stile shabby chic e romantico, non può non scegliere la carta da parati a righe verticali in colori chiari. Tortora, rosa pastello, grigio chiaro sono i colori must da abbinare rigorosamente al bianco; 
  • per lo stile marinaro, invece è possibile associare carta da parati a strisce orizzontali ad interni di colore chiaro con punti luce di blu. Si avrà uno spazio attraente e giocoso, caratterizzato da righe rigorosamente bianche e blu; 
  • righe dal colore forte per chi ama lo stile pop. Tonalità super audaci e sgargianti come il rosso, il blu, il verde in abbinamento con il bianco per rafforzare la personalità della casa diventandone le protagoniste indiscusse. Valutate sempre l’effetto ottico finale per evitare possibili incompatibilità con lo spazio a vostra disposizione. 
sfondo tropical in versione in versione blu con righe asimettriche

Inoltre, per rispecchiare appieno il vostro stile privilegiate forme decise e moderne creando pareti interamente monotematici vestite con semplici righe di due tinte. Oppure, se avete molto spirito creativo, optate per combinazioni più complesse. 

grace modello dark con righe bianche in trasparenza su fondo scuro con foglie

CARTA DA PARATI A RIGHE: come arredare le stanze 

Per arredare in modo originale la vostra abitazione, le righe sono la soluzione più adatta e semplice. Infatti, vestire le pareti a righe è un modo creativo e moderno per conferirle maggiore carattere agli spazi. 

Le righe possono essere utilizzate per decorare qualsiasi tipologia di ambiente, ma sicuramente ci sono determinate stanze in cui la carta da parati a righe si presta maggiormente. 

parete divisoria con carta fantasia a righe

Ecco i nostri consigli su come arredare le stanze con la carta da parati a righe. 

CUCINA 

 La cucina è una delle stanze in cui maggiormente viene applicata la tappezzeria a righe. Uno modo allegro e frizzante soprattutto se amate lo stile: 

  • anni 50, 
  • moderno; 
  • industrial. 

Le righe possono essere applicate: 

  • su tutti i muri della stanza; 
  • su una singola parete, magari quella principale che abbraccia la zona pranzo; 
  • vestire il paraschizzi a ridosso dell’angolo cottura e del lavello. 

Questa alternativa può essere ottimale per riempire, con creatività, una parte di muro sgombra e anonima. 

Da tenere sempre a mente è di fare sempre attenzione alla scelta cromatica. Infatti, le righe devono riprendere le tonalità dall’arredo e dei complementi. Oppure, in alternativa, rievocare le nuance dell’acciaio dei vari elettrodomestici come la cappa per creare una continuità visiva. 

cucina arredata con carta da parati a righe asimmetriche con toni naturali

CAMERA DA LETTO 

Anche in camera da letto la carta da parati a righe si inserisce alla perfezione. Infatti, diventa un vero completamento decorativo per i muri principali oppure per la testata del letto. 

Per la scelta della grandezza delle righe e delle nuance, occorre tener conto: 

  • delle proprie preferenze e gusti in base al design della stanza. ( minimal, romantico, shabby..) ; 
  • delle tonalità pacate e rilassanti per aumentare quella sensazione di relax e benessere ;
  • se amata uno stile grintoso, è possibile optare per righe colorate pop con toni più accesi, dalla palette fresca e coerente. Questo permette di dare una sferzata di energie agli spazi total white e basic ;
loop blu a righe irregolari per ampia camera da letto

CAMERETTA 

Come per la camera da letto, anche in camera dei bambini le righe rappresentano una bellissima soluzione decorativa. Infatti, le righe sono un elemento grafico molto trasversale e neutre ideali proprio per arricchire una o più pareti. 

In questo spazio, poi, è possibile sbizzarrirsi e giocare con le tante colorazioni senza mai eccedere nella quantità di tonalità diverse. 

carta da parati con righe rosa per cameretta bambina

E’ possibile, inoltre, inserire delle mensole e dei pensili in maniera ordinata come parte del rivestimento. In questo modo si avrà un muro giocoso e dinamico. Da sottolineare è l’adattabilità della carta da parati a righe alle esigenze che cambiano con il passare degli anni proprio in cameretta. Infatti, cambiando arredi e conformazione degli spazi, le righe possono rimanere versatili e idonee rispecchiando qualsiasi età dei piccoli di casa. 

cameretta bimbo ambientata con carta da parti a righe turchesi

BAGNO 

Le pareti della sala da bagno sono ideali da vestire con le righe. Sia una singola parete che tutta la metratura, il bagno prende vita grazie all’eleganza innata delle righe. 

In base alla sua grandezza, è possibile optare per: 

  • colori chiari o scuri; 
  • con spessore più o meno sottile. 

Le strisce conferiscono pieno dinamismo e appeal, soprattutto in uno spazio che tende ad uno stile fresco. Da tenere a mente è la scelta di carta da parati a righe in vinile, che sia resistente all’umidità e all’acqua. 

Un’idea super elegante è abbinare la tappezzeria a righe con la boiseire dipinta sul muro o con mattonelle di colore chiaro sulla parte inferiore delle pareti. L’effetto è davvero molto raffinato. 

 

MANSARDA 

Per far apparire più ampio e luminoso quest’ambiente molto speso piccolo e angusto, potete sfruttare l’enorme potenziale della carta da parati a righe. In questo modo, infatti, la mansarda acquista ampiezza visiva e un fascino unico. 

mansarda con carta da parati a righe chiare

La tappezzeria a righe, quindi, risulta ideale e strategica per mansarde con sottotetto angusto e poco arioso. Infatti, con le righe verticali, si crea un’illusione ottica di un soffitto più alto. Di fondamentale importanza è la scelta dei colori. Optate per colori chiari e neutri come: 

  • beige; 
  • bianco latte; 
  • tortora; 
  • grigio perla. 

Questi colori, infatti, enfatizzano il risultato estetico desiderato, oltre che ad arricchire l’arredo sottostante. 

camera da letto spaziosa con carta a righe con toni chiari

LIVING 

Nel salotto, potete dar vita alla vostra creatività e scegliere la carta da parati a righe che più vi piace. E’, infatti il colore a fare la differenza.  Quindi, per questa tipologia di stanza è possibile optare per: 

  • colori sobri per ambienti molto frequentati. Si eviterà, in questo modo, di risultare troppo eccessive; 
  • contrasti di colore e chiaro scuro per chi ha uno spirito più audace, richiamando uno stile minimal e new age.