fbpx

Carta da parati con brillantiniI glitter riportano alla mente lo scintillio della moda degli anni Settanta, con il suo stile estroso e fuori dagli schemi, ma in realtà oggi possono diventare anche un’occasione perfetta per decorare le pareti di casa e per dare quel tocco di lucentezza in più alle stanze.

Sono tantissime le soluzioni tra cui è possibile scegliere se avete in mente di rivestire le pareti con la carta da parati glitterata.

I brillantini diventano i protagonisti quando si vuole creare un ambiente magico e di carattere, che fa sognare ad occhi aperti, o nel momento in cui decidete di arredare le camere da letto, quella dei bambini compresa, con pareti di colore neutro, come il grigio, l’azzurro chiaro, il rosa pastello o il bianco panna, impreziosite da dettagli glitter: un po’ come riposare sotto un cielo stellato, con un effetto finale che è davvero molto bello da vedere.

Ma i brillantini non stanno bene solo e soltanto in camera da letto; trovano un’originale collocazione anche in cucina e in salotto e rappresentano anche un modo molto creativo per decorare l’ufficio, uno spazio creativo o la stanza degli hobby.

Il fascino dei brillantini 

Perché i brillantini hanno così tanto successo? La risposta è più semplice di quello che potrebbe sembrare: perché regalano un vero e proprio tocco di classe alle pareti con un investimento medio e a lunga durata.

Se avete deciso di rivestire i muri con una carta da parati a tema brillantini, ecco qualche consiglio di base che potrebbe esservi utile durante la progettazione delle pareti:

  • il glitter è molto più performante se viene combinato con una tinta dalla cromia giusta: questo significa che i brillantini saranno molto più ben visibili se verranno abbinati a colori sabbiati e neutri;
  • maggiore è la tonalità neutra della base della carta da parati e più i glitter risulteranno brillanti alla vista;
  • se quello che preferite è invece un effetto più sobrio potete puntare su un colore di base più scuro che stemperi la brillantezza dei glitter

Per quanto riguarda i colori dei brillantini, tra le scelte più gettonate ci sono:

  • i glitter oro
  • i glitter argento
  • i glitter in versione multicolore
  • i glitter in rame
  • i glitter in bronzo
  • i glitter blu
  • i glitter viola
  • i glitter rosa

Si tratta soltanto di una breve lista che racchiude le proposte predilette tra quelle presenti oggi in commercio, dal momento che tutto si può personalizzare in base ai gusti personali.

Il connubio vincente: i brillantini su una parete di colore chiaro

Senza dubbio è possibile scegliere brillantini che si adattano a qualsiasi tipo di colore, ma forse l’effetto in assoluto più elegante e sobrio allo stesso tempo si ottiene miscelando i brillantini con una carta da parati con una base neutra.

In questo caso i colori perfetti sono:

  • Bianco panna
  • Crema
  • Bianco sporco
  • Grigio chiaro

Si tratta di colori che si abbinano a tutto e vanno d’accordo con qualsiasi tipo stile ma, se combinati con i brillantini, si trasformano nella tela perfetta per una piccola opera d’arte, elegante, scintillante, ma soprattutto personalizzata.

Il risultato sarà molto delicato ma allo stesso tempo di grande effetto, di un notevole impatto estetico e di buon gusto. Negli ambienti arredati in stile moderno il consiglio è quello di scegliere glitter di colore argento, mentre l’oro è un colore che si adatta meglio agli spazi più classici e tradizionali.

Le combinazioni cromatiche

In commercio si trovano carte da parati con glitter di vari colori. Quelli maggiormente gettonati e scelti sono senza dubbio i brillantini nelle tonalità oro o argento.

I glitter oro si abbinano al meglio con una carta da parati dal fondo di colore rosso, marrone, verde scuro, oppure arancio, fucsia e giallo. I glitter color argento si abbinano meglio con le pareti di colore bianco, blu, nero e grigio.

Se desiderate ottenere un effetto elegante e chic, è meglio scegliere come base per le pareti una carta dalle tinte neutre e dai colori sobri come il marrone, il blu o il grigio.

Consigli utili

Scegliere una carta da parati con i brillantini significa osare rispetto a scelte d’arredo più tradizionali e, ogni volta che si decide di uscire dagli schemi degli arredi classici, molto importante è realizzare un progetto ben bilanciato, dal punto di vista cromatico ma anche per quanto riguarda l’estensione dello spazio.

Nel caso della carta da parati è importante valutare:

  • Se è opportuno rivestire l’intera stanza con la carta da parati con i brillantini: un’immensa distesa di glitter, alla lunga, potrebbe anche stancare;
  • Un singolo muro rivestito con una carta da parati con i brillantini ha un impatto estetico più deciso ed equilibrato rispetto a un intero spazio, o più di uno, completamente glitterato;
  • La carta da parati con i brillantini risalta meglio se riveste una parete esposta spesso alla luce artificiale e alla luce naturale durante il giorno.

Del resto, i glitter non sono solo moda: in questo caso rappresentano la soluzione ideale per raggiungere l’equilibrio perfetto tra superfici lucide e superfici opache. È possibile dosare la quantità di brillantini in base allo spazio che si deve arredare e a seconda della grandezza della stanza, e si possono anche scegliere pareti che sono più in ombra rispetto ad altre per ottenere invece un effetto più opaco.

Carta da parati con i brillantini: gli ambienti da arredare

Gli spazi che si prestano particolarmente per un rivestimento murale con i brillantini sono:

  • La camera da letto, per creare un bell’effetto in stile “cielo stellato” o per impreziosire la porzione di muro intorno allo specchio, alla cassettiera o alla postazione make up;
  • La cameretta dei bambini, per creare un bell’effetto scintillante o per realizzare un muro a tema astronomia, con la riproduzione di pianeti e di costellazioni
  • Il salotto, per ravvivare una parete che vi sembra particolarmente spoglia e per aggiungere un po’ di energia all’ambiente che vi sembra apparire un po’ piatto
  • In ufficio, se l’ambiente di lavoro in questione ha a che fare con una dimensione creativa e si tratta di uno spazio informale e altamente personalizzato